PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Per logica

Signore
colga un indizio
allorchè
cagli
la mia lingua
qualora s'appropinqui
a quell'invisibile soglia
onde evitar che scatti
quella molla
che turba
l'altrui anima
così tanto
che la mia mente
non coglie ragione
per addivenire
a logica conclusione.

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 22/11/2010 09:19
    La trovo molto musicale.
    Il contenuto è un po' celato fra le righe.
    Amo i chiaroscuri e quindi, per me, meriti dieci e lode.
  • Inchiappa Vito I Song il 20/11/2010 18:08
    Io rifletto prima di aprire bocca e pronunciare, o di scrivere, anche una sola parola. È l'altra persone che recepisce altrimenti il mio pensare. Se sapessi quali sono questi "indizi" non chiederei al Signore di individuarli e di intervenire in tempo utile.
  • loretta margherita citarei il 20/11/2010 16:37
    perdonami ma penso che dovresti rivederla, anche se ne ho apprezzato il contenuto, è giusta logica riflettere prima di parlare
  • Anonimo il 20/11/2010 15:18
    Potesse farlo, credo saremmo silenziosi in molti!!
    Bella riflessione, l'istante prima ed è fatta, tutto il sole splende...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0