PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Aprite la porta della mente, uscite da quì!

L'uomo è vittima,
vittima di un mondo troppo moderno, tecnologico, e infame.
Il mondo è pieno di misteri, che una volta si conoscevano e ora...
sono nascosti.
L'uomo si autodistruggerà...
troppi cambiamenti...
vogliamo la naturalità delle cose...
troppa finzione...
troppa gioia
ma quella gioia è dolore forte.
Aiuto a tutti,
capite...
capite che succede
cercate di scoprire cosa c'è sotto
non fatevi giocare dal sistema corrotto.
Dovete avere paura! Basta con la felicità!
Abbiate paura, perchè è tutto troppo facile
Scoprite che c'è sotto.
Corruzione e finta gioia. Morte.

Scappate subito.
Entrate in contatto col vostro spirito... e... concentratevi.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • laura marchetti il 23/11/2010 08:33
    come un appello, una condanna ad una finta gioia destinata a diventar dolore... denuncia forte... ma oltre a scappare bisognerebbe anche sostenersi a vicenda, la vita si costruisce e noi siamo i suoi pilastri

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0