username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Perfetta inesistenza

Ti guardi allo specchio,
non ti riconosci più,
odi il tuo neo sul volto,
i tuoi incisivi accavallati.

Odi il tuo lieve strabismo,
le tue cosce rotonde,
gli occhi che chiari non sono,
come invece vorresti.

Vorresti cambiare il tuo aspetto;
il tempio della tua anima disprezzi,
getti la tua unicità
per diventare uno dei tanti cloni.

Novanta, sessanta, novanta... ripeti,
ti tingi i capelli,
ti tingi le unghie,,
se potessi tingeresti anche il cuore.

Poi arrivi a coprire persino
lo specchio dell'anima:
i tuoi occhi rivesti
con lenti di ogni colore.

Adesso sei perfetto clone,
sei come tante, facile da confondere,
sei esperimento societario ben riusciuto,
semplicemente non sei più.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

15 commenti:

  • TIZIANA GAY il 18/12/2010 18:34
    è vero siamo tutti conformati a dei canoni e pronti anche a considerare la bellezza la nostra unica ricchezza...
  • Matteo Marti il 14/12/2010 22:22
    Sicuramente prima non eri un gran chè, forse una cessa da vomito acuto ed persistente, ma le tue parole sono troppo forti e sghignazze, perciò secondo me ora sei sicuramente molto bella... sicuramente ti sono rimaste le cicatrici nel cuore del passato, ma qualcuno di molto forte, anzi secondo me... analizzando il peso delle parole... che ha a che vedre con il solista, ti ha cambiato con forza, avvolte anche cattiva, ma credimi secondo me più pesante per lui che per te, per farti cambiare... e cara... quando le persone parlano così, nel presente sono irriconoscibili e belle...

    Matteo
    Ps. chi è il secondo del solista...è un'enigma rompicapo...è la chiave di tutte le tue poesie!!!!! sono geloso ed invidioso di lui o lei!!!!!!!!!!!!!
  • Matteo Marti il 14/12/2010 22:08
    Pura poesia, altre parole non hanno senso amici...
  • Roberto Tarli il 24/11/2010 10:50
    interessante introspezione...
  • Hila Moon il 23/11/2010 14:22
    Condivido il tuo pensiero, riflessione importante!!!!
  • Danilo Carli Stranich il 23/11/2010 13:04
    ottimo j'accuse del conformismo.. rivela profondità; metirebbe maggior labor limae.
  • ELISA DURANTE il 23/11/2010 09:20
    Il conformismo, l'ideale "Barbie" per persone insicure. Orrore dei nostri giorni!
  • laura marchetti il 23/11/2010 08:12
    se è vero che la chirurgia ha la bacchetta magica per realizzare i nostri sogni è anche vero che si rischia di indossare tutti delle uniformi dentro le quali imprigioniamo la nostra anima, sola vera essenza
  • Daniela Di Mattia il 23/11/2010 08:09
    Condivido pienamente nel condannare questa voglia di apparire sempre e solo uguali a stereotipi sicuramente poco edificanti!!!!!!
  • Margherita Lo Iacono il 22/11/2010 23:52
    non è forse questo che donne ed uomini cercano giornalmente di fare
    Essere cloni delle persone di spettacolo
    se le incontri per strada
    e le guardi da dietro sono tutti uguali
    stessi capelli
    stessi pantaloni
    stessi giubotti
  • sara zucchetti il 22/11/2010 21:35
    Bella e con un significato speciale
  • Giacomo Scimonelli il 22/11/2010 21:33
    piaciuta!
  • Anonimo il 22/11/2010 20:57
    no, no...
    vogliamo restare noi!
    poeti poetanti e poetare...(se ci riusciamo!)
  • Nicola Lo Conte il 22/11/2010 20:53
    Amara, ma vera...
    brava!
  • Salvatore Ferranti il 22/11/2010 20:00
    una poesia davvero molto bella.
    apprezzatissima
    un abbraccio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0