accedi   |   crea nuovo account

Paranoia

Violini argentei
nel vuoto torpore della notte;
una foresta di dita
nelle insidie della mente;
un coro di fanciulle
che declama litanie
portatrici di morte;
sadici contrabbandieri
e oscuri monaci
nel tetro piazzale della vita;
esplosioni di stelle
e lampi di misticismo
mentre un'aquila si ciba
di fegato di Titano;
caotici simposi
e malinconici suonatori di cetra.
Paranoia.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • debora giampani il 24/01/2011 10:17
    un gran esercizio di stile! complimenti!
  • Dark Side il 23/11/2010 14:22
    grazie Danilo
  • Danilo Carli Stranich il 23/11/2010 13:02
    non è il mio genere.. però, che bravura! complimenti, sa di Battiato e del mondo greco.. l'hai resa benissimo.. e poi quel climax ascendente fino alla chiusa di una parola... perfetta.
  • Dark Side il 23/11/2010 12:44
    grazie a tutti voi per i commenti, mi hanno fatto molto piacere
  • ELISA DURANTE il 23/11/2010 09:17
    Direi di sì: paranoia!
  • Daniela Di Mattia il 23/11/2010 08:07
    Descrizione perfettamente riuscita!!!!!
  • Anonimo il 22/11/2010 20:55
    dove si può andare per cercare salvezza?
  • Nicola Lo Conte il 22/11/2010 20:48
    Bella...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0