accedi   |   crea nuovo account

Certe notti

paura della vita,
incapacità di reagire,
non sapere come fare
per fare capire alla gente
che ci sono anch'io in questo mondo,
Fatemi partecipare a quel vostro mondo,
che sembra farvi cosi felici,
strappatemi da questa mia vita
che si sta consumando,
cosi velocemente da non riuscire più a stargli appresso,
per i troppi pensieri,
cosa faccio oggi,
cosa ho fatto ieri.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • ELISA DURANTE il 08/12/2010 21:09
    Non credere che il mondo faccia felici molte persone, forse quelle più superficiali, per il resto ognuno ha i suoi guai, i suoi dispiaceri, la voglia di chiudersi a riccio per proteggersi...
    La vita corre, è vero, e sembra che non riusciamo a starle appresso, ma se si ha il coraggio di comunicare con le persone, e tu lo stai facendo con la poesia, ci si accorge che molti sono simili a noi e allora i troppi pensieri sembrano alleggerirsi.
  • claudia pinheiro montenegro il 24/11/2010 10:08
    Ciao Roberto,

    Jesus me ensina que sou pó
    Que preciso dEle para viver
    E me diz para em Si lançar
    O meu fardo de dor/desprazer

    Isto faço a cada dia
    Como a Ele a minha vida
    Dessa forma posso dizer-te
    É trabalho que me faz contente

    Jesus te abençoe com a Sabedoria
    Que só Ele tem para dar
    E sejas como eu feliz este dia

    Que tua vida mostre deveras
    Para que tu veio à Luz nas trevas
    Para mostrar em ti a Glória de Deus

    un saluto e un abbraccio
    claudia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0