username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Veglia funebre

Vive altrove la fiducia
altrove forse regna la felicità

Qui ci sono solo chiacchiere
che sovrastano il dolore

Ricordi e storie d'altri tempi
che andrebbero taciuti
o respirati sottovoce

Ma le stanze sono intasate di persone
curiose e pettegole
che gesticolano e ridono
senz'ombra di decenza

A chi importava della povera morta
se ne sta zitto in un angolo
con gli occhi lucidi
che si confrontano col muro

Se pregare serve
che si preghi pure
purchè lo si faccia in silenzio
purchè lo si faccia col cuore

Il vento di maggio
non è mai stato cosi tremendo
sbatte la porta a ripetizione
come volesse ad ogni costo dire la sua
su questa assurda morte

La veglia funebre è apparecchiata
ad uso e consumo delle coscienze sporche

povera morta
povera morta...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • - Giama - il 25/11/2010 23:04
    Trovo che sia una poesia "elevata", per contenuto e forma!
    Bravissimo Salva!
    ciao Gia
  • lidia filippi il 25/11/2010 21:57
    Anche di fronte alla morte ipocrisia... E, ancora una volta la miseria umana!
    Una poesia molto forte, complimenti
  • Monia Ghesini il 25/11/2010 13:30
    La veglia funebre è apparecchiata
    ad uso e consumo delle coscienze sporche...
    mi è piaciuta
    Un abbraccio
  • laura marchetti il 25/11/2010 08:42
    SI APRE LA BOCCA PER DAR FIATO... CHI VUOLE RESPIRARE APRE LA PORTA DEL PROPRIO CUORE
  • anna rita pincopallo il 25/11/2010 08:41
    bravissimo veramente splendida, condivido quanto hai scritto
  • Dolce Sorriso il 24/11/2010 22:02
    il peggio è di chi va, chi rimane...
    molto bella
    bravo
  • karen tognini il 24/11/2010 19:42
    molto bella Salva... uno spaccato del nostro tempo... quanta ipocrisia...!
  • Giacomo Scimonelli il 24/11/2010 17:37
    piaciuta
  • Giusy Lupi il 24/11/2010 16:21
    POVERA MORTA... POVERA MORTA... SE VERAMENTE CI VEDONO... SAI CHE FIGURE!!!!!! PIACIUTA, CONDIVISA E VISSUTA. CIAO ALLA PROSSIMA. GIUSY
  • Maurizio Cortese il 24/11/2010 15:26
    Sembra proprio di essere in quelle stanze: mimetica resa di situazioni vissute spesso con finzione. Sempre bravissimo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0