accedi   |   crea nuovo account

Osservandoti

Ho visto quel viso scavato
dai mali che ti perseguitano,
sopportare le ultime ferite
con la solita lucentezza,
con l'inconfondibile
profumo di rosa.
Sboccia un sorriso generoso
tra le spine dei dolori
che pungono e stringono,
soffocano ma non uccidono
e tutto lentamente trasformano,
nascondono ai nostri occhi
il grande dono coltivato
dal paziente destino
che in silenzio lavora
le terre della verità.
Tra lacrime ed inchiostro
continuo la solita vita,
con il pazzesco non fermarsi mai,
con l'indifferenza della realtà,
con la solita penna nera
che si ritaglia un angolo di luce
nel buio della solitudine.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • gianni castagneri il 26/03/2014 18:08
    veder soffrire chi si ama e' terribile, soprattutto nella consapevolezza dell'ireparabile... ma si deve andare avanti, anche in mezzo all'indifferenza e alla fretta del mondo... a volte solo un foglio di carta ci puo'capire e a lui raccontiamo... bella e triste poesia!
  • Pasquale Bufano il 17/09/2011 00:58
    Dura legge della vita, andare avanti sempre e comunque.
  • Francesca Ferrari il 17/09/2011 00:48
    Devi avere sofferto molto per questa persona... si capisce bene, è davvero toccante. il finale è il pezzo forte, mi ha fatto venire i brividi e immaginare spezzoni di scene come di film.. Ma purtroppo la vita non è un film, nei quali la trama e le vicende dei protagonisti, belle o brutte che siano, sono sempre perfette. Lo spettacolo dell'imperfezione, senza il quale il nostro pianeta sarebbe un noiosissimo luogo popolato da esseri incapaci di provare emozioni vere, deve continuare.
  • ELISA DURANTE il 28/11/2010 07:40
    Percepisco un amore grande come il senso d'impotenza. O forse non l'ho percepito, l'ho riconosciuto. E fa male durante e dopo, è un male che non passa, immortalato dall'inchiostro che rende onore e, come può, consola.
  • Monia Ghesini il 24/11/2010 17:17
    Piaciuta
    Complimenti, un abbraccio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0