accedi   |   crea nuovo account

PER DANIELE (EROS E TANATOS)

Vagavo
Per caso
Per stanze
Cibernetiche
E le scie,
Gli echi
Delle tue
Parole
Colpirono
Il mio
Segno…
Sfidare
L’impalpabile
Membrana
Che separa
Buio
Da
Luce
Sorprendere,
Sorperendersi,
Sfiorarsi con l’Anima e
Dall’abisso
Risorgere.
Il tesoro
È
Conquistato
E le nostre mani
S’intrecciano
Mentre guardiamo
Insieme
Il fondo
Del
Pozzo…..

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 20/11/2009 18:26
    bellisimo "cibernetiche"... brava!
  • laura cuppone il 08/04/2007 18:07
    cibernetiche... stanze elettroniche... anche questa lo è...
  • Riccardo Brumana il 07/04/2007 20:45
    l'amore... puo far risalire quando ci si sente giù, uscire dal buio per essere baciati dalla luce! bellissima poesia! brava laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0