accedi   |   crea nuovo account

Un equipaggio di deficienti

Un equipaggio di deficienti
Forza e coraggio
tutti all'arrembaggio!

Così Capitan Uncino
famoso spadaccino
armato fino ai denti
di lame e coltelli
annunciò l'invasione
alla nemica imbarcazione.

John palla di cannone
ne caricò una
nel gran bastione

William arco vincente
salutò Anna Easy Lady
e smise di giocare a freccette

Ivan veleno polacco
nascose la sua bottiglia
e prese una pozione dal colbacco

Carlos Cid pensionato
liberò Carolino il toro
ed estrasse il suo fazzoletto scarlatto

Capitan Uncino non si seppe trattenere
ringraziò uno per uno gli uomini della formazione
e perfino Boppy il pappagallo mattacchione
e si mise a piangere,
tanta era l'emozione
per quella sua prima occasione.

Si rivelò vincente l'operazione
sconfissero i nemici senza complicazioni
lì buttarono in mare
e si misero a festeggiare.

Peccato che la zattera conquistata
non resse quel peso bestiale
e piano piano iniziò ad affondare
verso gli abissi del mare.

In piedi sulla riva
Gericault dipingeva e gioiva:
fortuna che la Radeau della Medusa
non venne soccorsa dall'Argot
ogni speranza poteva essere delusa
se ci fosse stato quell'equipaggio di deficienti.

 

2
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0