PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Fratello Ebreo

Mio povero FRATELLO ebreo.
Ti abbiamo tolto l'identità.
Ti abbiamo visto diverso.
Ti abbiamo visto inferiore.
E ti abbiamo frustato, torturato,
deportato, perseguitato, ucciso, bruciato.
E TU... nulla hai detto,
alcuna resistenza hai opposto Israele
"... come una pecora mansueta,
fosti condotto al macello
e come un agnello senza voce
innanzi a chi lo tosava,
e non hai aperto bocca...".
E io... nulla ho detto,
"non ho protestato... non ero ebreo".
Inesorabile, continua l'uomo a crocifiggere l'uomo
nel cammino eterno verso il Calvario...
Inutilmente dal cuore una voce si innalza,
invano il sangue innocente versato,
nell'orrore assordante del silenzio urla pietà,
nessuno ascolta.
E continua, inarrestabile l'odio,
a piagare il mondo.
"Sorgi..."
TU chiedi a me, o Padre "... fino a quando?"
O mio Signore...
verranno una notte
nel silenzio eterno
a prendere finalmente anche me,
se non inizio a CREDERE che l'ALTRO
... Siamo io e TE.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Pietro Saltarelli il 27/11/2010 20:11
    Grazie Don. E una lode a te. Tu sei una cara persona.
  • Don Pompeo Mongiello il 26/11/2010 18:45
    Cinque stelle, anche se non si sono accese, ed un plauso della mia modesta persona per questa tua bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0