PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Gino e il pastorello

Uno spiritello
è,
piccolo e carino,
da una stella
caduto
e Gino
si chiama,
un pastorello
vede,
in un suo orecchio
ci si posa,
e con soave voce
la Cometa
suggerisce
di seguir,
in una grotta insignificante
di Betlemme
al fin
ti conduce
dice,
il pastorello
va,
va
per giorni e giorni
va,
ma vani
non sono,
un Bimbo,
dai celesti occhi
e dal sublime sorriso
nato è,
a codesta visione
prostrato
il pastorello
ringrazia Gino,
la Cometa
e prega il Salvatore.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 27/11/2010 19:31
    Il bestione che fra noi si nasconde nell'anonimato, spegnendo le stelle, impressione non mi fa. Se uno solo mi commenterà e positivamente, continuerò ancora, fino a quando esauritò ho tutto e non avrò più voce né calamaio.
  • Dolce Sorriso il 27/11/2010 18:32
    forte... bravissimo Don
  • laura marchetti il 25/11/2010 21:11
    Don... io ti ho votato adesso la magia falla tu... chiama Gino e digli di accendere le stelle
  • laura marchetti il 25/11/2010 21:03
    originale!! realtà o fantasia DON sei sempre una garanzia!
  • Giacomo Scimonelli il 25/11/2010 20:32
    ma è bellissima!! complimenti amico mio... mi è piaciuta tantissimo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0