accedi   |   crea nuovo account

Piccola Maria

In quel di Messina,
in abito bianco,
rustiche scale risalgo
per ritrovarti, Maria.

Hai vagito per ore,
poi... sei morta;
la mamma mi racconta...
mentre la voce trema.

La mamma ora non c'è;
sento nell'ombra
il dondolio leggero
di una culla.

Sorella...
Ho nostalgia di te,
della famiglia...
Se tu ci fossi stata...

Se tu fossi vissuta,
della vita,
avrei colto il sapore
e le carezze
o quante cose, ci
saremmo dette,
fresche poesie
nell'albo dei ricordi
e quante rose...
lungo l'alberato viale dei sogni!...

Adesso, sono sola...
Fra decrepiti fianchi
alla collina,
muovono i passi verso
il camposanto.

E dagli erbosi anfratti,
come prima,
sento venir l'odore
della pianta
che fu cara al papà.

Sono arrivata.
Dimmi qualche cosa...
Sono cresciuta,
ma il mio cuore riede
al tempo degli studi.

Socchiudo gli occhi;

12

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Giusy Lupi il 02/12/2010 22:08
    Bellissima Giuseppina, trasmette amore, un amore intenso come i tuoi versi, mi hai commosso, sei Grande ogni tua poesia mi trasmette emozioni indescrivibili. Un caro abbraccio. La tua amica Giusy... <3<3<3
  • loretta margherita citarei il 25/11/2010 20:58
    ogni tua poesia è un ricamo di versi sul foglio, sei bravissima, tvb amica cara
  • laura marchetti il 25/11/2010 20:42
    sei meravigliosa GIUSEPPINA... le tue poesie mi piacciono tutte, mi trasmetti emozioni
  • Giacomo Scimonelli il 25/11/2010 20:28
    dolcezza infinita in questi versi... bellissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0