PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Di neve, di vento

Oggi è
di neve,
di vento.
Malinconicamente
ci si affretta
con piedi umidi,
giacconi ben stretti,
sciarpe rosse
intrise d'acqua.
Incollata ai vetri
ascolto grida.
In questo grigio chiarore
qualche macchina passa
schizzando poltiglia scura
sul marciapiede.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

26 commenti:

  • augusto villa il 29/09/2013 16:51
    A proposito di sottintesi... penso che i versi che vanno dal 4 al 7... si potrebbero saltare.
    La malinconia... già s'avverte...
    Un bel quadretto di vita quotidiana... Brava!
  • Anonimo il 26/02/2012 16:14
    ottimo l'incipit, conciso, mirato, capace di disegnare subito la situazione descritta in tutta la sua bellezza e completezza. forse un po' debole l'immagine dei giacconi e delle sciarpe, ma nel complesso è buona
  • Anonimo il 02/05/2011 23:52
    Molto bella...
  • Dino Borcas il 27/01/2011 14:23
    curioso..., non ti avevo mai incontrata,
    mi piace il modo essenziale in cui scrivi, senza un uso eccessivo di aggettivi,
    o parole evocative troppo inflazionate,
    senza l'uso di cinguettii amorosi spacciati per poesia...
  • Maurizio Lauriani il 09/01/2011 16:59
    Una fotografia che ferma il tempo in uno spazio sospeso. L'autrice si sofferma sui dettagli accendendo nel lettore tutti quei interruttori che intervengono sul sentire restituendo il senso alla scritta sinestesia:

    //Malinconicamente/ci si affretta/con piedi umidi,/giacconi ben stretti,/sciarpe rosse/intrise d'acqua.//

    L'autrice è spettatrice al riparo dal freddo dietro un vetro di un mezzo in movimento, un pensare immerso che viene appena scalfito nel momento che un evento esterno subentra con un azione inaspettata:le macchine che schizzano poltiglia scura.

    //Incollata ai vetri/ascolto grida./In questo grigio chiarore/qualche macchina passa/
    schizzando poltiglia scura/sul marciapiede.//

    Poesia che mi trasmette un guardare il mondo distaccato, di chi ha già pagato abbastanza e sa che qualsiasi giorno che viene, non potrà essere molto peggio di quelli che già hanno segnato il passato.

    Complimenti un bel poetare
  • enrico casciani il 06/12/2010 18:51
    certo che uno se la passa male con la sciarpa ( per di più rossa) intrisa d'acqua. Chissà che malanno gli verrà dopo...
  • claudia checchi il 05/12/2010 23:14
    poltiglia schizzata da una macchina, grigiore invernale... molto vera piaciuta...
    ciao claudia...
  • Adamo Musella il 28/11/2010 21:38
    In inverno cambiano i colori, ma son tutte belle le stagioni. Merito del poeta trovare ispirazione nel cambiamento in corso. brava la gatta. un bacio.
  • Minalouche TS Elliot il 27/11/2010 15:11
    Cesira ti ringrazio, ogni tua critica è davvero un momento di confronto e di crescita. Ho usato il termine "stroncare" solo come rafforzativo, per sottolineare il concetto. Non in senso negativo, anzi, come momento di crescita. Ti ringrazio sempre
  • Cesira Sinibaldi il 27/11/2010 14:45
    Le critiche non costruttive non solo non servono a chi le riceve, ma soprattutto a chi le fa, perchè non permettono scambio e crescita. Personalmente, stimo molto Minalouche, mai la liquiderei con un aggettivo come prosaica che mi porta verso altri opposti modi di porsi e di scrivere, e se ho fatto critiche, mai stroncature per carità, è stato perché vedevo le sue potenzialità.
  • Minalouche TS Elliot il 27/11/2010 14:04
    A me pare, eilis che quella che si attacca a qualsiasi cosa sia tu. Riporti quello che ho scritto in risposta alle tue parole nella chat. Ovviamente scrivi solo la mia risposta, non quello che tu prima hai scritto. Mi par una soluzione comoda, ovviamente per te. Evidentemente sei più portata alla polemica fine a se stessa che al confronto. Lo dimostri anche con i commenti... già alla fine non hai mai detto perchè a te sembra prosaica. Agendo così dimostri la volontà di esser polemica... dente avvelenato per qualcosa? Probabilmente. Ma è un tuo problema, non mio.

    Vincenzo sei troppo gentile, in fondo qui ci son molti autori davvero bravi, non io... grazie di cuore
  • vincent corbo il 27/11/2010 13:18
    Al contrario di Eilis, credo che Minaluoche sia una delle figure più significative di questo sito perchè con i suoi scritti trasmette delle emozioni e perchè scrive con il cuore. In questo sito molte persone scrivono "ciofeche" ma non è il suo caso. Perdonate la mia intrusione.
  • Anonimo il 27/11/2010 10:31
    aggressiva la signora! peccato!!!
    per me è chiusa ogni discussione... che tale nn era dato che si trattava di un personale intendere il testo.
    Se non accetti sono problemi tuoi... ciao!
  • Minalouche TS Elliot il 27/11/2010 06:56
    Loretta gentilissima, ho trascurato il il sito e i commenti per vari motivi.. maq ogni tanto mi ricordo di voi
  • Minalouche TS Elliot il 27/11/2010 06:55
    eilis... lasciamo perdere, credo che si possa dir qualsiasi cosa di ciò che ho scritto ma non che è prosaica, comunque è la tua opinione, opinione che tu hai espresso e io ho cercato di chiarire/capire.
    Ti ringrazio per avermi ricordato le parole scritte nel mio profilo, forse non sai che avendole scritte io le ricordo benissimo... non mi par di aver fatto nulla di male nel replicare... se non ricordo male questa si chiama discussione..
    Ho citato l'ermetismo per far un esempio.
    Secondo me usi l'aggettivo prosaico in modo errato, almeno per quanto riguarda questo contesto.. non è un'opera prosaica ma descrittiva.
    L'ermetismo un po' c'è e sottolineo che "non si sente" la si legge.
    Ti posso assicurare che preferisco aver interlocutori che spiegano ciò che non va, ma in modo convincente... sopratutto spiegando il perché... cosa che tu non hai fatto.
    Ad esempio Cesira mi ha stroncata più di una volta, ma dando spiegazioni logiche, comprensibili, che mi hanno permesso di capire... tu, scusa se son franca e diretta, assolutamente no.
  • loretta margherita citarei il 26/11/2010 21:42
    bentornato, ottima poesia ben scritta complimenti
  • Anonimo il 26/11/2010 21:31
    questa è la tua presentazione quindi dovresti ascoltare ma leggo che nn è così!!!
    "non pretendo di esser poeta, scrivo pensieri... e leggo poesie.<br /><br />
    Gradisco commenti sinceri, non sperticati complimenti a "poesie" che non piacciono... preferisco critiche costruttive per poter crescere e capire."

    il tuo prosaico, qui, lo intendo così:
    che ha il tono, il carattere della prosa

    Scusa sa, ma dove lo senti l'ermetismo in questa tua; è chiarissima!

    ok, allora preferivi che ti avessi detto "oh, che bella poesiola!
  • Cesira Sinibaldi il 26/11/2010 20:49
    C'è un fondo di tristezza in questo acquerello di neve e di vento. Eppure c'è l'umanità in movimento che fa udire grida al di là del grigio chiarore.
  • Minalouche TS Elliot il 26/11/2010 19:59
    Eilis che dire.. non ho capito il "prosaico"... sicuramente non è un'0opera che passerà ai posteri, come nessuna delle mie per intenderci... Ma sicuramente è grammaticalmente corretta e corretta anche dal punto di vista della punteggiatura.

    Questa è una delle definizioni di "prosaico"
    Proprio del linguaggio comune, corrente: espressioni p.; più freq., perlopiù con valore negativo, che ha il tono, il carattere della prosa, non elevato, non sublime: stile p.; versi p.

    Scrivo in linguaggio comune.. alcuni mi hanno detto che scrivo in modo "arcaico" .. credo dobbiate mettervi d'accordo.
    Per quanto riguarda il "non è poesia" non ho mai detto di esser un poeta, non è freddo, non è distaccato...è descrittivo. Probabilmente non ami la poesia ermetica, poesia che io adoro, quindi non sei pratica ne cogliere le sfumature che anche in poche parole possono esserci.
    Probabilmente (ovviamente lo scrivo come esempio, non mi ritengo poeta e questo è un Poeta)

    si sta
    come d'autunno
    sugli alberi
    le foglie

    questo non ti dice nulla... eppure è poesia anzi POESIA.
  • Minalouche TS Elliot il 26/11/2010 19:53
    È sempre un gran piacere leggerti, Maurizio.. in effetti è nata questa mattina, osservando il tempo fuori dalla finestra:-.) Ti ringrazio.
  • Minalouche TS Elliot il 26/11/2010 19:52
    Ringrazio anche te, Elisabetta, mi trovo a mio agio in brevi descrizioni... descrivo la poesia che vedo ogni giorno
  • Minalouche TS Elliot il 26/11/2010 19:50
    Ti ringrazio, Vincenzo, son tornata allo stile che amo di più, scarno con poche parole che descrivono. Mi fa sempre piacere leggerti, anche se spesso non commento.
  • Anonimo il 26/11/2010 18:27
    ... ma nn è poesia! scusa se mi permetto ma mi sa tanto di testo prosaico e freddo, distaccato da qualsiasi sentimento! ciao
  • Maurizio Cortese il 26/11/2010 17:54
    È proprio quello che mi è capitato stamattina: realismo tempestivo.
  • Elisabetta Benedetti il 26/11/2010 16:35
    Bella descrizione di un giorno invernale che ci avvolge con il suo grigiore.
  • vincent corbo il 26/11/2010 16:28
    Bentornata con questa miniatura che ha un sapore orientale.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0