username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Una lettera per te

Scrivo, ancora scrivo
a te che sei tardivo,
ancora non hai capito
e non sei riuscito
a imparare, la cosa più banale,
che fa bene al morale.
Solo donare amore,
un sentimento che viene dal cuore.
Una parola, che aspetto ormai,
da tempo e che non arriva mai,
non arriva, non può più arrivare,
non so cosa altro fare.
Dove sono le nostre emozioni...
speranze che ormai sembrano illusioni.
Non ci si trova ancora,
ma sono certa che basta una parola,
le nostre gioie i nostri dolori,
sono racchiuse nei nostri cuori,
una vita piena di sentimento,
che ormai sembra solo spento.
Cosa altro posso dire,
a te che non vuoi capire,
non so nemmeno perché,
ancora scrivo a te, che sei solo sordo
e non vuoi capire che ho bisogno di amore profondo,
forse, non ne sei capace
e io a questo punto mi devo dare pace.
Il tempo ormai scorre via
e rimane la nostalgia,
io ancora scrivo e scrivo e scrivo
e ho l'illusione che tu da tardivo,
possa diventare attento
e donare a me puro sentimento.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • raffaella amoruso il 26/12/2010 21:14
    Poesia molto intima, semplice e bella.. pura come il sentimento... lui... bhè... direi che non ne vale la pena prendersela... se continua ad esser sordo. Ciao!
  • Giusy Lupi il 03/12/2010 00:28
    Grazie Elisa, Nunzia e Aldo, un abbraccio affettuoso. Ciao. Giusy
  • Aldo Riboldi il 02/12/2010 22:53
    La poesia è stupenda... scrivi scrivi, ma ad un certo punto l'inchiostro finisce... per il tardivo non comprare la ricarica... forse è meglio cambiare il destinatario.
    un abbraccio e auguri
  • nunzia viola il 02/12/2010 10:03
    ah ah ah ne conosco di tardivi comunque rendi bene l'impotenza di fronte a chi non ricambia il tuo amore e il senso di tristezza per tanto amore sprecato!!! sta poi a te decidere di dedicalo a chi lo può sublimare e meritare soprattutto!!! nelle mani di un tardivo appassirebbe come un fiore!!! non se lo merita il tuo amore!!
  • ELISA DURANTE il 29/11/2010 09:48
    Una poesia troppo bella per un tardivo. Scusa, ma che te ne fai?!?! Effettua uno splendido giro di boa e veleggia decisa verso nuovi lidi!
  • Giusy Lupi il 28/11/2010 12:56
    Grazie amici miei, vi sento molto vicini e affettuosi. Un caro saluto, con affetto.
    Giusy <3<3<3
  • Don Pompeo Mongiello il 28/11/2010 12:32
    Molto apprezzata la rima in questa tua veramente bella!
  • laura marchetti il 28/11/2010 10:10
    ANCHE SCRIVERE È UN MODO PER FARSI CAPIRE... MA NON C'E PEGGIOR SORDO DI CHI NON VUOL SENTIRE
  • Cinzia Gargiulo il 27/11/2010 20:54
    Ci sono persone che non è che non capiscono ma non vogliono capire di proposito. Dunque perché perdere tempo vivendo in una specie d'agonia? La cosa migliore è voltare pagina e lasciar perdere chi si scava la fossa da solo.
    Versi molto sentiti...
  • loretta margherita citarei il 27/11/2010 20:49
    non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire, a mio giudizio, ti conviene uscire dal senso unico, bella
  • denny red. il 27/11/2010 20:23
    Cosa altro posso dire..
    a te che non vuoi capire,
    non sò nemmeno il perchè,
    il tempo ormai scorre via..
    Giusy, una stupenda!! Lettera.. piaciuta tantissimo.
    Molto Brava!!!
  • Salvatore Ferranti il 27/11/2010 13:28
    bellissima poesia. molto intima ed apprezzata.
  • Giacomo Scimonelli il 27/11/2010 09:24
    scrivere e scivere... speranza che l'attento lettore a cui sono rivolte le tue speranze d'amore si desti e ti ricambi questo grande sentimento che t'ispira versi e parole dorate... bellissima
  • Francesca La Torre il 27/11/2010 09:00
    Aspettando che qualcosa cambi dall'altra parte, si sta male, ma se si aspetta troppo, significa che bisogna voltare pagina.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0