username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La quercia

Ci ritroveremo proprio là
sotto la grande quercia
che m'indicasti una volta
quando il verde
dominava ancora la faccia
più seducente della nostra realtà

Ci riconosceremo
- tu ed io -
al primo sguardo
e ci lasceremo andare
perchè siamo affini
fratelli di sangue
che credono ancora
nella giustizia
- e nel fascino sottile
delle parole -

E s'aprirà il tuo sorriso
come il più splendido fiore
sopra le nere delusioni
e sul dolore
che ci avrà devastato
gli occhi e i sensi più sinceri

Correrò volando
fino a straziarmi i piedi
- con le mani aperte
e le labbra accese -
m'allungherò lungo il sentiero
che ci vedrà insieme
a ridere di quella
gioia incatenata
che credevamo fosse
la vera vita

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • ELISA DURANTE il 29/11/2010 09:34
    Dalla giovinezza all'eternità di un luogo altro, un'amicizia forte e profonda... Molto piaciuta!
  • laura marchetti il 28/11/2010 10:09
    UNA QUERCIA O FORSE L'OMBRA DI CIO' CHE SIAMO STATI E CHE SAREMO... SENZA PAROLE BRAVISSIMO
  • loretta margherita citarei il 27/11/2010 20:52
    bello quell'incontrarsi in spirito d'amicizia, da alcuni giorni, noto che qualcuno ti accende poche stelle, ma forse è una mia impressione, tu meriti sempre le 5 stelle
  • Elisabetta Fabrini il 27/11/2010 10:16
    Questa l'abbiamo pensata insieme... ma il risultato è veramente una meraviglia... sei sempre bravo, ma spesso superi te stesso, come stavolta!
    Grazie Salva...è davvero bellissima!
  • Francesca La Torre il 27/11/2010 08:57
    Bellissima, ben scritta: mi ha trasmesso un'emozione mista a dolcezza, e antichi ricordi di un splendido amore. Bravo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0