accedi   |   crea nuovo account

Perchè

Perchè in questo mondo
si fa il male
e non il bene e la gioia
che di Dio son doni?

Perchè rigogliosa
facilmente cresce la spina del rovo
e con difficoltà la tenera spiga del grano?

Perchè sempre più preoccupata vola
la colomba della pace
nel cielo cupo e plumbeo
e più non trova
un accogliente ramo?

Perchè la terra,
mai ebbra del sangue di Abele
continua a dar vita a Caino?

Perchè,
nonostante sforzi e attenzioni
più facile è danneggiar l'animo altrui
che non renderlo lieto?

Perchè continuano
"i pubblicani e le prostitute
a passarci avanti?"

Il poeta senza verbo rimane
e più non salgon verso il ciel,
i versi suoi.

Il credente intuisce...
..."parlerà per lui l'età
e i canuti insegneranno la Sapienza".

L'Uomo di Dio comprende...
perchè della Sua Parola è fedel custode:
"e la attende come il contadino la pioggia
o il chiarore dell'aurora la sentinella..."
pronto ad esser, sino al Tramonto...
"occhi per il cieco e piedi per lo zoppo".
E "non teme la freccia che vola di giorno
o la peste che vaga nelle tenebre
o lo sterminio che devasta a mezzogiorno".

... Solo l'Altissimo ben sa...
e dall'alto osserva e tace...
ma nei giorni del dolore
premuroso sussurra
al cuor dell'uomo
la Via da seguire...

E io, ultimo e misero,
a Te rivolgo l'antica prece...
..."voca me... et iube me, venire ad Te"...

 

3
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Bruno Briasco il 22/01/2011 19:47
    Niente da aggiungere se non riflettere... e cambiare. Bravissimo. BB
  • Don Pompeo Mongiello il 28/11/2010 12:18
    Tanti perché avranno pure una risposta alla resa dei conti. Poesia che fa molto riflettere e molto ben scritta.
  • laura marchetti il 28/11/2010 09:48
    COMPLIMENTI... HAI DETTO TUTTO
  • loretta margherita citarei il 27/11/2010 21:11
    venite a me voi che siete stanchi etc etc ed io vi libererò perchè soave è il mio giogo, bella poesia
  • Pietro Saltarelli il 27/11/2010 19:51
    Grazie a tutti voi, amici...
  • Giusy Lupi il 27/11/2010 14:04
    Bellissimi versi, che ci fanno fare tante domande... Nonostante sforzi e attenzioni è più facile danneggiare l'animo altrui piuttosto che non renderlo lieto. Piaciutissima.
    Ciao, alla prossima. Giusy
  • Ugo Mastrogiovanni il 27/11/2010 12:45
    Profumano di Bibbia e Vangelo questi accorati ed esclusivi versi che Pietro Saltarelli utilizza come strali contro l'indifferenza, la poca fede e l'insensibilità del nostro mondo. Domande che gli bruciano le labbra, ma non trovano interlocutori; perché, che suonano come una preghiera e intenerisco il giusto.
  • Anonimo il 27/11/2010 12:41
    Perchè agli Occhi del Signore la Libertà è Sacra tanto quanto la Vita.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0