PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Goccia che non cade

Notte piovosa, questa notte che trasuda dolore...
dai rossi mattoni si perdono gocce, e foglie...
scivolano giù per sporche tettoie resti di frasi spezzate,
la paura di certi incontri rubati al buio,
e all'indecoroso silenzio...
cammino, trascinando i piedi,
insozzandoli di fango, e di lascive vergogne...
la mia colpa trova rifugio tra pozzanghere in movimento,
scosse dal vento,
ma tutto questo non basta, e come potrebbe!,
per farmi sentire libero di te, e più vero...
ancora mi chiedo come possa essere fradicio, e dolorante...
i miei vestiti inzuppati, il mio cuore tracimante bestemmie
per le tue promesse mai mantenute,
l'anima mia madida di te, nonostante tutto...
eppure ancora mi chiedo come io possa aver scambiato la luna,
pallida, tremante e dal tono sottile e lieve,
nel suo mormorio,
con il sole, invece... l'ombra del quale gioca con i miei occhi,
e i suoi riflessi mi abbagliano, spaventandomi un poco...
fuori è giorno, orgoglioso sole di primavera
a mostrare i colori,
e di luce rivestirsi, ormai...
e nemmeno una lacrima io trovo,
né una ferita,
né sangue,
a giustificare il mio cuore traboccante di dolore,
come fragilissima anfora ricolma...

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0