accedi   |   crea nuovo account

Natività del Caravaggio

Nel tuo stanco appoggiarti,
nello sguardo tuo dolce
che posi sul figlio adorato,

nella paglia che scalda
e riveste la culla,
dal tuo grembo di Madre,
Maria...
s'irradia la luce.

E mentre Lorenzo
e Francesco e Giuseppe
estasiati ti adorano...
nell'aria si ode
un coro in preghiera:

"La tua luce raggiunga fin dentro
le anime in pena.
Dia pace e sostenga
la gente smarrita...
che la culli e l'abbracci
per loro sia come una mamma,
ogni sera."

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 01/12/2010 12:58
    Bella dolce e vibrante, piena si luce e toni soffusi come la pittura del Caravaggio. ciao
  • Ugo Mastrogiovanni il 01/12/2010 10:24
    Versi di infinita dolcezza, note sommesse che suscitano emozioni che spaziano nobili nella maestosità e magnificenza dell'evento.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0