PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Nell'incubo

Nel vuoto
negli occhi sbarrati in un urlo
mentre il cuore esplode.
Nella vertigine
nel sangue a fontana
di un cranio spaccato
disintegrato urtando le rocce
ad una ad una come birilli
lungo la scarpata.
Nel silenzio
rotto da un grido straziante
inascoltato nel freddo
del deserto notturno.
Nel nulla
nelle iridi disciolte in sangue
che scende sulle gote ghiacce.
Nelle risa assordandi
del nemico che porto dentro
perforanti come un trapano
nel mio cervello.
Nell'epilogo
di questo lato oscuro dell'iceberg
mi sveglio madido...
... e non capisco se sogno
o son desto.

 

2
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anna Eustacchi il 10/07/2012 16:29
    Questa tua poesia mi catapulta nell'incubo di una terribile realtà:la follia.

6 commenti:

  • Aedo il 04/12/2010 23:30
    Un incubo... immagini strazianti... la vita è anche questo. Bravissimo!
    Ignazio
  • Alessandro Moschini il 04/12/2010 09:21
    Grazie a tutti Karen non mi ricordo cosa avevo mangiato ma doveva essere qualcosa di pesante
  • loretta margherita citarei il 03/12/2010 21:29
  • karen tognini il 03/12/2010 15:38
    Cosa ti sei mangiato ieri sera Ale?... .. mi sa che era un incubo...
    stasera stai leggerino eh!!!!

    ciao... bella però...

    k
  • Patty Portoghese il 03/12/2010 11:43
    Non funzionano le stelline, son 5 e più...
  • Patty Portoghese il 03/12/2010 11:42
    Bellissima, letta e riletta, mi porta ad un'analisi di vita, probabile che mi ci senta tutta dentro...