PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Io, libera interpretazione

Saturo di suture
desisto
un'esistenza esile
e stinta
estinta nell'istante

imbroglia un filo,
ma nulla importa.

Assolo assurdo
è l'assioma
appassisce passo passo
impassibile
un passato inspessito

basta mondi di parole,
le parole al mondo
le do io!

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Chirio Giocoliere del Verbo il 13/12/2010 13:14
    voleva essere qualcosa per tutti, un esperimento che non so quanto sia riuscito ma credo poco. le parti volutamente prive di qualsiasi forma di punteggiatura si prestano a letture plurime così che ci si possa leggere un po' ciò che si vuole e quindi vestirsela a dosso... la fine è una morale, uno sprone che ci si da da soli... in teoria andrebbe letta come se si fosse anche l'autore e non solo il lettore... almeno questo era l'intento. tentativo di avanguardia
  • Don Pompeo Mongiello il 12/12/2010 20:09
    Poesia per gli intenditori, a me piaciuta assai e 5 stelle accendo per te.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0