username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Passatempi

Le nostre distrazioni
sono liriche e mondane:
la fiamma che si spegne in un camino,
la luce che va e viene,
intermittente corrente di pensieri,
il grasso che cola
dalle labbra del più avido dei mali.

La ballerina che ha perso la scarpa
e ostenta indifferenza,
il padrone di casa
che ci chiede l'affitto,
puntuale come la peggiore allergia,
e noi che non sappiamo come
riempire la sua mano
bramosa di sangue.

Il cassetto interno
aperto dalla prima sbadata,
la pioggia che travolge
ossa e desideri,
il cuore che s'alza e poi s'abbassa,
per rispondere ad una voglia,
la mosca che adesca il ragno,
e poi muore tra le sue spire.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Elisabetta Fabrini il 10/12/2010 13:42
    A volte mi sorprendi... come adesso!
    BELLISSIMA!!
  • Maurizio Cortese il 08/12/2010 11:44
    Passatempi: il tempo che passa senza significato, ben espresso in questi versi
  • lidia filippi il 04/12/2010 16:02
    E la nave va... Fra i flutti del mare e le tempeste, tutto sotto questo cielo, mentre il tempo passa
    Molto bella, complimenti!
  • - Giama - il 04/12/2010 00:12
    Bellissima, frutto di una grande mente questa poesia!
    complimenti salva!
    ciao gia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0