accedi   |   crea nuovo account

Rosa di novembre, sana ipocrisia

Come una rosa d'inverno
tu menti!
Dici che è maggio
ma è novembre.
Non è ipocrisia;
è sopravvivenza.
Candida nei tuoi
petali sfumati
incanti il viandante
ma sei tagliente
nel colore vivace
su uno sfondo
da sobrio autunno.
E nessuno ti coglie
perché sei l'unica
a ricordare la felice
estate,
e tutti ti ammirano
per la tua ribellione
alla vita.
E resti lì
ad instillare ricordi
ed illusioni di meraviglia
ed io ad imparare
che la menzogna
è una legge della natura.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Giuseppe Amato il 04/12/2010 11:39
    Ottima riflessione.. non si può nascondere il contesto che è quello che attribuisce "verità", il plumbeo accompagna la rosa novembrina... se ne hai voglia leggi i miei "roseti di maggio"
  • Anonimo il 04/12/2010 10:56
    A quanto pare, c'è una rosa sbocciata nella menzogna. Bella l'idea. Secondo me prometti bene. Ciao.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0