username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Velieri d'incanto

Noi due
insubordinate lune
d'un pianeta folle

rubiamo
alla notte
l'oscuro palcoscenico

alla luce

le stelle

la Tua voce
danza

nel mio profondo sentire
canta

svelando l'Amore volteggia

primeggia

sugli azzurri solfeggi
delle onde marine

gorgheggi
ascolti echi

Ti specchi
nel cielo

in ricami incantati
da velieri d'argento

richiami
istintive coreografie innate

l'Inaudito
è punta d'ago sul Tuo dito

da far rabbrividire i miei più arditi navigati sogni

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 09/12/2010 17:20
    Poesia fantasiosa e bella assai. Complimenti!
  • giusi boccuni il 05/12/2010 09:57
    è stupenda Vi, ormai ho poco tempo anche per leggere, ma quando "inciampo" in una tua poesia è sempre meraviglia...
  • Anonimo il 05/12/2010 09:07
    stupenda, una vera poesia, bravissimo Vincenzo, ne ho lette poche con questo spirito poetale, un vero canto che appropria d'amore la natura che fa vivere il nostro cosmo.
    buona Domenica Salvatore.
  • loretta margherita citarei il 04/12/2010 21:01
    splendida
  • denny red. il 04/12/2010 20:20
    Ricami.. sempre dolcissime poesie.
    Sempre Bravo!!, Vince.
  • Salvatore Ferranti il 04/12/2010 18:30
    tante stelline per te e tutte meritate...
    grande vincent...
  • Elisabetta Fabrini il 04/12/2010 16:08
    Concordo con Cristina.. un autentico capolavoro!!
    Ma ormai lo sappiamo..!
    ciao Ely
  • - Giama - il 04/12/2010 14:30
    fenomenale sintesi di genialità ed estro poetico...
    grandissimo!
    Ciao Gia
  • Simone Scienza il 04/12/2010 13:46
    Noi due
    insubordinate lune
    d'un pianeta folle

    primeggia

    sugli azzurri solfeggi
    delle onde marine

    l'Inaudito
    è punta d'ago sul Tuo dito

    CON TE LA PAROLA
    COME FLIAC... COLA
    COLA
    SPETTA... COLO
  • enrico casciani il 04/12/2010 12:21
    la parola INSUBORDINATE? semplicemente geniale
  • karen tognini il 04/12/2010 09:36
    Ti specchi
    nel cielo

    in ricami incantati
    da velieri d'argento

    richiami
    istintive coreografie innate

    l'Inaudito
    è punta d'ago sul Tuo dito

    da far rabbrividire i miei più arditi navigati sogni


    Vincenzo...è stupenda... fai sognare...
    fai rabbrividire i sogni... di chi ti legge!!!

    ciaociao
    a modino... come sempre...

    k
  • Anonimo il 04/12/2010 09:06
    Adoro appena sveglia leggere le tue poesie, aiutano a sorridere e ad iniziare il nuovo giorno... grazie, l'ennesimo capolavoro!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0