username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

I roseti di maggio

I roseti di maggio hanno fatto sbocciare qua e là
nuove rose, a novembre.
Quando il profumo d'una rosa novembrina
naviga nell'aria
mi sembra di palparlo in forma di stilla,
lo trovo intorno aereo sulle cose
lo sento liquido nel palmo della mano
e ritrovo il brivido di maggio
al chiaro della luna
fatto di sciabordio d'acqua cheta
e d'una folata improvvisa di rosa

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Sofia Rossi il 29/10/2011 17:43
    Uno scorcio di primavera tra le nebbie di novembre. Sublime, complimenti
  • ELISA DURANTE il 09/12/2010 18:54
    Espressione poetica in grande stile. Sei capace di creare atmosfere d'incanto.
  • Giuseppe Amato il 06/12/2010 20:11
    Vi ringrazio veramente
  • Beatrice Faldi il 06/12/2010 16:12
    Tale lirica rappresenta una vera esaltazione dei sensi... davvero ben scritta!
  • loretta margherita citarei il 05/12/2010 21:33
    bellissima
  • karen tognini il 05/12/2010 11:27
    MERAVIGLIOSA... versi che arrivano... in essenza di rosa..
    che bei versi...

    ciao

    k
  • Ugo Mastrogiovanni il 05/12/2010 10:04
    Il poeta mette in bella forma un esempio delle sue stagioni: il profumo di quelle passate è da sempre legato alla persistente fragranza di quelle presenti.
  • Anonimo il 05/12/2010 09:36
    Ce ne sono molte di rose novembrine, ma stanno per cedere il passo al freddo, vanno a dormire col pensiero di una nuva stagione d'amore. Ciao.
  • Daniela Di Mattia il 05/12/2010 09:26
    Piacevolissima lettura. Complimenti!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0