accedi   |   crea nuovo account

Oh dio dei cieli!

Oh Dio dei cieli!
sappi che sono un po' infelice
guardo attorno a me,
e vedo solo miserie e sfaceli
pochezze e vergogne senza veli!
E mi domando dove sono le tue ricchezze?
E poi la sobrietà e l'amore del prossimo,
che scarseggiano come l'ossigeno,
nell'atmosfera del nostro intimo..
pensiero che travolge
Che bella Era..!
Oh Dio dei cieli!
I miei giorni sarebbero stati molto più belli
Senza quella maledetta collera,
quando ho appreso che il mio futuro,
è stato venduto all'asta,
in un luogo oscuro,
di una banca retta da una casta,
tra banditi e d'orchi,
uomini senza scrupoli,
che hanno calpestato la tua bella umanità;
che solo una grande rivoluzione,
che ridia all'uomo la sua centralità,
può davvero salvare,
da questo nuovo ed orribile medioevo,
camuffato dietro un volto ilare,
ed io devo, devo...
smettere d'essere infelice

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 27/12/2013 06:30
    apprezzata... complimenti...

3 commenti:

  • Giusy Lupi il 21/12/2010 00:07
    bellissimi versi, contenuto fantastico.
    Complimenti sinceri.
    Ciao Giusy
  • danilo il 06/12/2010 19:05
    Fantastica, nel suo contenuto e nella sua cruda espressività...
    ciao ciao.
  • rea pasquale il 06/12/2010 18:22
    Vedo che quì non si dorme! Concordo assolutamente.
    "Solo una grande rivoluzione,
    che ridia all'uomo la sua centralità,
    può davvero salvare,
    da questo nuovo ed orribile medioevo"
    Un saluto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0