username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Tu sei

Verde smeraldo che penetra gli infiniti veli.
Prego che non esistano divinità volte ad intromettersi.
Mi perdo navigando nei tuoi mille oceani,
vagando nel flusso perpetuo delle sinuose correnti.
Odio il mare ma la tua schiuma è così dolce
che non odo più i sussurri del terrore,
non sento più cappi stringermi e strangolarmi.

Tu sei l'isola,
tu sei le foglie che librano al vento.
Tu sei tutto ciò che è rimasto,
la tempesta che vibra in aria.
Pipistrello che mi osservi,
sto correndo da te sognando tempi andati,
avvolto da un guscio d'amore silenzioso.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Teresa Tripodi il 02/05/2011 16:40
    bella bella molto dolce
    -Tu sei tutto ciò che è rimasto-
    anche quando siamo certi di aver perso tutto qualcosa rimane...
  • alessio lu il 06/12/2010 22:25
    Si disperdono un po' le immagini ed il senso, da come la leggo io. Cmq non male.-----------------------------
  • Anonimo il 06/12/2010 19:14
    una bella poesia d'amore
    piacevolissima chiusa
    ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0