accedi   |   crea nuovo account

Canzone di spade

Ogni giorno un sole nasce
e io come luna svanisco nel cielo
con una dose di grazia
e una di sogno sparisco nel vuoto

Che importa svegliarsi
se tanto l'essenza dei fatti rimane la stessa
Perdendo la vita
si vive ma chi non la perde è perduto e resta

Canzone di spade
canzone di lacci di pelle come cappio al collo
canzone non senso
canzone di giorni subiti vissuti nel sogno
canzone di aneliti andati
canzone di sogni sfumati al tramonto
canzone di poveri fessi
canzone stonata di un cuore vagabondo

È notte e di nuovo si parte
io cacciatore spolpo la selvaggina
e come sciacallo mi nutro
guardando negli occhi di questa chimera

La fata morgana del nulla
che mi accompagnava è scomparsa da un'ora
La crisi è arrivata
e morfina il dolore dolcemente cura

Canzone di spade
canzone di lacci di pelle come cappio al collo
canzone non senso
canzone di giorni subiti vissuti nel sogno
canzone di aneliti andati
canzone di sogni sfumati al tramonto
canzone di poveri fessi
canzone stonata di un cuore vagabondo

E adesso che sono cosciente
mi chiedo come fai a resistere ancora
senza quello spicchio di morte
che lentamente la vita consuma

corrotto da acidi brividi
e consolato dal mio folle gesto
cullato dal vento io cado
sparisco e fallisco nel mio esser perfetto

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 06/12/2010 20:27
    Trovo che i moderatori del sito, con i voti, ci vadano parecchio sul pesante...
    Trovo bellissima... questa tua...

    Ciao.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0