username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La resistenza della vita

C'è un germoglio che spunta
ogni anno puntuale
sulle rovine del vecchio muro
s'inventa fiorite pose
per adescare giocose farfalle
- che poi si fingono interessate
alla bellezza del suo verde cuore -

Traspaiono i raggi
attraverso il corpo esile
che ancora non minaccia
il vigliacco autunno
che con la sua frusta incolore
reclama il solito tributo di foglie e fango

Crede che sia tutto cosi semplice
nascere crescere morire
ma l'amore non tarda
ad insegnargli la difficoltà
del suo mestiere
l'estremo lembo dell'estate
lo fa impazzire di dolore

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Elisabetta Fabrini il 10/12/2010 13:40
    Vita, amore, dolore... descritti magistralmente!
    Mi fai emozionare.. Ely
  • calogero pettineo il 09/12/2010 18:48
    il tortuoso sentiero della vita
    in una splendida metafora.
  • Simone Scienza il 09/12/2010 13:17
    Spinge la vita
    schiaffeggia la morte
    pochi son i giochi di sorte

    questo insinuarsi insistente del germoglio
    a urlare alla vita... voglio voglio

    Ottima Salva... Davvero piaciuta
  • Giacomo Scimonelli il 08/12/2010 14:42
    scritta bene... piaciuta
  • Anonimo il 08/12/2010 12:33
    Bella. Hai descritto le stagioni della vita con questa semplice, bella metafora poetica. ciao
  • Maurizio Cortese il 07/12/2010 17:28
    Mi piace l'insistenza sulla pervicacia della vita e dell'amore: anche in situazioni estreme non bisogna mai perdere la speranza. Sempre abile costruttore di metafore.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0