PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Antidoto dove sei?

Non riesco a smettere di pensare.
La testa produce, il cuore diventa nero, fa male.
Gli occhi vitrei trasmettono il riflesso delle mie sensazioni.
Il sonno non concilia, ma stordisce…
Come il veleno che prima intorpidisce e poi ti uccide.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • il cinghiale di cemento il 25/10/2007 18:37
    colpito.
  • Anonimo il 24/10/2007 23:37
    Sensazioni provate, che dolore, stodita dal troppo pensare, esiste un antidoto? forse si, ma in quel momento non si trova mai.
    Bravo Marco.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0