PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Conoscerò il suo nome

Fertile terra
sono le mie inquieti notti,
per profonde radici
che assorbono linfa d'anima,
nella regione isolata
di ricordi sfioriti,
fradici sogni rinverdiscono
l'arida realtà.
Smunto dipinto
di un viso che ancor vedo,
dentro un fievole eco
di una voce che ancor sento;
spirito indimenticato,
non rievocare
le mie debolezze.
Ancora una volta
l'oscurità svanisce,
e il sole tramonta
il tormentato riposo
con un'alba di speranza.
Non scriverò
i miei nuovi versi
su un foglio bianco;
l'amore del futuro,
sarà una frase talmente lucente,
che risalterà
tra gli scarabocchi
del mio passato.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • angela testa il 29/03/2011 14:53
    un passato profondo e ben scritto...
  • Lilian Fly il 27/12/2010 21:52
    il ricordo di un amore che ancora tormena l'anima, e la voglia di rinascere a nuova vita... non possiamo cancellare il passato, ma possiamo andare avanti con la speranza che domani sia migliore... piaciuta molto, un saluto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0