PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il flauto innamorato

Scendeva la sera
cantavano i grilli
sorgeva la luna
brillavan le stelle.


Il suono di un flauto
giungeva ovattato
melodiche note
dettate dal cuore.


Un giovane amante
rapito intonava
ridenti canzoni
promesse d'amore.

Tacevano i grilli
udendo le note
gioiva la amata
udendo incantata.

L'attese in silenzio
attese impaziente
il cuor palpitava
d'amore sincero.

Sulle ali del vento
adagio e silente
la bella fanciulla
accorse raggiante.

Sussurri e bisbigli
un bacio innocente
gli amanti segreti
esultavan d'amor.

Brillavan le stelle
nel cielo cobalto
la magica luna
vegliava in silenzio.

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 10/04/2012 12:08
    una poesia leggera,
    che li lascia leggere
    d'un fiato,
    complimenti.

2 commenti:

  • Anna G. Mormina il 09/12/2010 11:15
    Giao Gioia, ha proprio ragione Ignazio, questa tua poesia è come una fiaba... bellissima!... brava, un abbraccio!
  • Aedo il 07/12/2010 17:57
    Una poesia palpitante, che è una fiaba incantevole e struggente. Bravissima!
    Ignazio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0