username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Salviamo l'abete di natale

Prossimo il Natale
frenetico è
il correre
agli acquisti
dei sogni mostrati
in vetrina.
Volgo il pensiero
agli abeti
che sradicati dal suolo
rinvasati, son venduti
per render mistico
il cuore delle case,
donando gioia.
Sovente accade
finite le feste,
di ritrovarli abbandonati
con altri rifiuti
accanto ai cassonetti
vittime eccelse
del febbrile consumo
dell'usa e getta...
Mi duole constare
che non v'è più rispetto
per i doni della natura.
Ricordo che
nel fanciullesco mio tempo
dopo l'Epifania
si ripiantava nella terra
l'abete.
Sacro era l'albero
s' amava come fosse
persona di famiglia
nessuno osava dargli
crudele morte.
Il dio danaro
ormai ha il sopravvento...
cosa importa se un abete muore?
Se ne compererà un altro
quando verrà
il prossimo Natale...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

19 commenti:

  • calogero pettineo il 09/12/2010 18:39
    una osservazione che per chi ama
    la natura, prova sdegno.
    condivisa.
  • Fabio Mancini il 09/12/2010 14:43
    Condivido il tuo pensiero. Il consumismo ha inaridito molti cuori. Un bacio, Fabio.
  • Ezio Grieco il 09/12/2010 12:38
    .. e si, bisognerebbe rispettare la natura.
    Io ho comprato un albero fresco, da Ikea, però non lo getterò nella monnezza; lo riporto indietro e mi daranno i soldi spesi in buoni acquisto.
    Come vedi, carissima amica, c'è sempre da agire per il... meglio.
    Piaciuta.
    cl
  • rea pasquale il 08/12/2010 23:18
    concordo assolutamente.
    molto sentita
    Un abbraccio
  • lucietta vo il 08/12/2010 21:48
    Acquisto sempre l'abete vero finite le feste lo pianto in giardino, poche volte sopravvivono si dice che i vivaisti per farli stare nel vaso gli tagliano le radici. Ne ho uno in giardino che che è riuscito a sopravvivere ora è alto circa 4 metri.
    Bella poesia molto sentita
  • laura marchetti il 08/12/2010 21:47
    ANCHE A ME DANNO TANTA TRISTEZZA... BRAVA LOR!
  • Dolce Sorriso il 08/12/2010 21:40
    bella e concreta... sono d'accordo con te... basta!!!!
  • Anonimo il 08/12/2010 18:08
    Dolce Loretta alla tua poesia non aggiungo nessun commento... chi ha un cuore si unirà al nostro grido!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Barbara Scarinci il 08/12/2010 15:12
    é vero una volta c'era molto più rispetto per il simbolo del Natale, ormai il consumismo ha il sopravvento e molte tradizioni sono andate perdute!
  • Sergio Fravolini il 08/12/2010 14:23
    Quest'opera mi piace.

    Sergio
  • karen tognini il 08/12/2010 13:25
    È propio come dici tu... una volta si ripiantavano nei giardini...
    il mio è finto... bellissimo ma finto...
    un abbraccio Lor
  • Giusy Lupi il 08/12/2010 13:23
    Veramente bella e sentita, dimostra molto la tua speciale sensibilità.
    Un grande abbraccio, ciao alla prossima lettura,
    Giusy
  • Elisabetta Fabrini il 08/12/2010 12:47
    Concordo in pieno con te...
    Brava Lor!
  • Vincenzo Capitanucci il 08/12/2010 12:31
    Se non rispettiamo l'Abete... un giorno non ci sarà più Natale... e non ci sarà dio-denaro che possa ricomprarlo... dite questo anche a l'Abate...

    Buon Natale L'Or..
  • Giacomo Scimonelli il 08/12/2010 12:29
  • danilo il 08/12/2010 11:57
    Mi hai dato un bel consiglio, dopo le feste, mi farò un bel giro per cassonetti..
    e chissà, che nel giro di qualche anno mi ritrovo una pineta personale.
    Ciao ciao
  • Salvatore Ferranti il 08/12/2010 11:33
    come sempre, sai esprimere molto bene in versi la tua sensibilità--
  • Cinzia Gargiulo il 08/12/2010 11:01
    Natale ha perso per molti il suo reale significato per diventare la festa degli sprechi,
    Che tristezza!
    Bella poesia!...
  • laura cuppone il 08/12/2010 10:52
    giusto!
    e questo si fa anche con gli alberi in plastica (per usare un termine semplice, anche se semplice plastica non é ma materiale ben più inquinante)
    diciamo che chi volesse rispettare l'ambiente dovrebbe "affittare" da una serra o da qualsiasi vivaio il proprio albero e riportarlo in serra dopo le feste!
    L'abete é vivo... si decora magari senza violentarlo... e si riporta indietro...

    Loretta qui stiamo parlando del Natale... di quello che é oggi..
    Già non se ne rispetta il significato, figuriamoci le apparenze e futilità legate ad un albero...
    chissenefrega dell'abete... ci sono i regali, le cene, gli inviti, le corse, lo stress...
    questo é.

    un bacio
    Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0