PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Folle intruso

Vorrei fermare, respirare l’attimo di questo freddo mattino
mentre la pioggia trasforma, dietro le finestre, la realtà.
Vorrei il potere di sospendere il tempo e dirti quello che non può essere spiegato.
Pochi istanti
passi
Ti sento
Ti cerco
Mi perdo nell’azzurro dei tuoi occhi che non riesco a guardare
incrocio il tuo sorriso che brucia dentro.
Senza perché fai paura, mi fai  male
ti penso troppo… forse non è giusto,
forse faccio male anche a te.
Lontana sei distante
come lontana e ben diversa è la realtà.
Dietro questi vetri gonfi di gocce che si rincorrono c’è il tuo mondo senza di me.
Capisco amica mia, sento la tua paura i tuoi dubbi.
Non dare troppo peso a questo folle sfogo,
che in fondo sono intruso si, ma buono,
i sogni non hanno confini, controlli, barriere o prigioni,
è per questo che li amo, sono spontanei come i bimbi
e come loro fanno paura, sinceri, incoscienti e liberi.
Non chiedo niente, bella che fai male!!
solo…
continua a ridere,
e le mie certezze, di fronte ai tuoi occhi, a far crollare.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Kasumi Suzumura il 10/04/2007 18:09
    Molto bella e coinvolgente... Bravo! A rileggerci Kasumi! ^^

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0