PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il non apparente vizio solitario dell'egotista

Il bagno è pieno dei tuoi capelli
sul muro della doccia
sul pavimento e sul tappeto
e tu dormi ancora

Come fili di bronzo
lasciano un segno
intimo del tuo passaggio
e tu dormi ancora

Ma svegliati
al solo pensiero
di rivederti stasera
e darti ciò che aspetti
mi vien da raccare
alla mia solitudine

Ma svegliati
e presto alzati
lustra il pavimento
e cambia il tappeto
trasforma la mia latrina
in una reggia

 

l'autore Desio Sicario ha riportato queste note sull'opera

Un uomo e la propria nausea. L'infelicità di mangiare merda pur di sentirsi un po' meno vuoto. Le cose che non può dire per non perdere la possibilità di masturbarsi dentro una bambola vivente.


0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • laura marchetti il 09/12/2010 15:32
    mi sembra di vedere il bagno quando esce mia figlia... scherzi a parte mi ricorda una canzone di BAGLIONI... dai rifai quel letto su stai sempre a dormire tu... io me ne andrei... la trovo VERA

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0