PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Tu no!

-Non cedo ad alcun ricatto!
Nulla è superiore a me
e di ogni mio misfatto-

-Credi dunque che or ora
se diventassi il tuo re
non ti piegheresti ancora e ancora?-

-Mai e poi mai cederei.-
-Ricorda che potresti morire.-
-Anche tu, se volessi ti ucciderei.-
-Ma io sono già pronto per partire.-

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 09/01/2011 13:35
    La morte utilizzata come strumento per far capire un semplice concetto: di cosa ci preoccupiamo così tanto? Avere, ottenere, potere, cose ecc... Discorsi a dire la verità girati e rigirati mille volte. Comunque non bisognerebbe mai stufarsi di ricordarsi che tutto quello che abbiamo: fama, potere, povertà, solitudine, amicizie, sono solo in prestito. Scritta bene!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0