PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Caro Diario

Mi sono preso una pausa
ma non perché sono in menopausa

anche se 22 li ho compiuti
e gli anni durano come starnuti

pensare che ieri ero piccolo
e mi picchiavo da solo con il mestolo

mia madre mi guardava attonita
e con gli anni è divenuta rimbambita.

Dalla mia pur lenta evoluzione
non ho mai imparato un parolone

così, giusto per essere un ragazzo colto
il risultato? sono uno stolto

ma non stolto nel senso deficiente
è solamente una cosa apparente

in fin dei conti
non siamo nati pronti

quindi con un briciolo di umiltà
torno da scemo alla normalità

e guardo il mondo con una smorfia...

mi sorride e si sconsola
perché un mondo buffo sarebbe oro che cola

ma dai sorrisi
si passa ad essere derisi.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • laura marchetti il 13/12/2010 10:45
    particolare poesia... ironica e spiritosa nel suo essere sincera

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0