accedi   |   crea nuovo account

Dal timor del vuoto

Dopo il deserto,
mi avvicino al Natale,
dovrò rivedere il cuore,
più che gioire dei regali,
che già s'addensa nelle nari
e arriva fino alle viscere,
la Santa voglia di riscrivere
le linee impresse del destino.
Cosa l'Amore mi chiederà di fare,
io non chiedo, ma una lettera a Gesù
Bambino ho preparato, poiché dal timor del
vuoto, Egli m'ha salvato.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Dolce Sorriso il 18/12/2010 18:14
    un proposito di cuore, non di regali scontati...
    sei super amico mio!
  • Anonimo il 14/12/2010 17:03
    il contrasto tra il nulla del vuoto e il calore del Natale... semplicemente poesia...
  • ELISA DURANTE il 13/12/2010 20:11
    "... dovrò rivedere il cuore..."
    Mi associo Fabio, un bel proposito per il Natale!
  • laura marchetti il 13/12/2010 17:59
    GRAZIE FABIO... RISCOPRIRE IL NATALE... SONO CON TE
  • Anonimo il 13/12/2010 17:51
    Crediamo anche al Babbo Natale e completiamo l'opera.
    Alla prossima.
    RobertoM
  • Giacomo Scimonelli il 13/12/2010 17:05
    piaciuta... bravo
  • Anonimo il 13/12/2010 13:44
    le tue poesie sono bellissime, Fabio.
    Non ti smentisci mai.
    Un caro saluto.
  • Elisabetta Fabrini il 13/12/2010 12:43
    Perchè smettere di sognare proprio adesso?
    Meravigliosa!
  • Simone Scienza il 13/12/2010 12:40
    Una porticina aperta sull'improbabile non ha mai ferito nessuno

    Bravo piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0