PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il primo presepe della storia

Correva l'anno 1223, Francesco
d'Assisi poverello,
ospite al desco
del Cardinal Leone si trovava
e pur se fuori
tempo di neve il ciel prospettava,
desiderio di partir lo tormentava
preso da rimorsi il suo cuore, pensava
ai suoi frati sparsi nel mondo a predicare
soffrendo grossi disagi
mentre lui nel lusso osava riposare.
Nonostante il freddo ed il gelo, s'avviò
sereno per la maestra strada,
verso Fontecolombo camminò.
Strada facendo, lungo il cammino
andava pensando
sempre all'imminente Natale
a come poterlo festeggiare
memore di antichi ricordi
di quando a Betlemme
ospite di re Saladino
il luogo della Natività visitò .
Giunse a Rieti molto tardi,
pur se molto affaticato,
il caro amico Giovanni
che l'aveva ospitato,
lo convinse a farsi dare,
per trascorrere in armonia
e fratellanza il Sacro Evento
la grotta posta sull'eremo del monte.
Lì una greppia fece preparare
con fieno fresco adornare
per poter riprodurre
di Betlemme la stalla.
La notizia subito si sparse
nei dintorni
folla numerosa accorse
con fiaccole e ceri
luce di stella
illuminava i sentieri
inni e canti di gioia
d' osanna e gloria
si sparsero nella valle.
Santo Francesco volle
la Santa messa celebrare
e quando in letizia di cuore
il Sacro Bimbo si mise a lodare
dicendo che era nato l'Amore
invitando tutti a vivere
la grazia del divino,
il miracolo avvenne.
Il piccolo Gesù Bambino
vivo e reale divenne
sorrise all'umile frate
con le manine, tutti
i presenti iniziò a benedire.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 24/03/2012 18:47
    molto bella questa tua complimenti

14 commenti:

  • Marianna Sabia il 01/12/2011 17:14
    Impeccabile, sia nelle rime che nel contenuto. Un inno all'Amore di Dio. Bravissima.
  • Libera Mastropaolo il 11/01/2011 20:18
    Bella descrizione della nascita del presepe. Grazie per queste riflessioni.
  • Maurizio Cortese il 23/12/2010 17:04
    Resa poetica assai efficace di quella scelta storica vincente di Frate Francesco.
  • angela testa il 16/12/2010 19:18
    stupenda... l'ho letta con vero piacere... il natale è poesia...
    complimenti... cinque stelle sono poche... dieci...
  • Rosarita De Martino il 16/12/2010 07:45
    Questa tua poesia sa esprimere la tenerezza del Natale e per la fede di Francesco diventa un vero presepe vivente. A noi non resta altro che contemplare tale miracolo. Con affetto e stima. Rosarita
  • denny red. il 15/12/2010 04:08
    è bellissima!!!
    Bravissima!!

  • Fabio Mancini il 14/12/2010 17:36
    Mi piace questa tua, a metà strada tra il racconto e la fiaba. Ciao, carissima. Fabio.
  • calogero pettineo il 14/12/2010 10:02
    perfetta in tema natalizio, sicuramente vissuto con il cuore allora, ma, oggi?
    bella stesura.
  • Giuseppe ABBAMONTE il 13/12/2010 19:27
    Ciao Loretta
    questa composizione ravviva calorosamente lo spirito natalizio.
    Brava davvero!
    Giuseppe
  • laura marchetti il 13/12/2010 17:52
    sarò ripetitiva... resto incantata
  • Giacomo Scimonelli il 13/12/2010 16:48
    bella... piaciuta
  • rita gargaglione il 13/12/2010 15:56
    Molto molto profonda, mi piaciuta
  • rea pasquale il 13/12/2010 15:36
    racconto molto bello, (lo leggerò a mio nipote).
    Un abbraccio
  • Anonimo il 13/12/2010 15:04
    ottimo documento, ottimi versi.

    molto bella...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0