accedi   |   crea nuovo account

Noia

Buio profondo come le tenebre
gli occhi fissano punti inesistenti
e il mio corpo è steso immobile,
nudo e silenzioso su un freddo pavimento...
Il freddo ha ormai attraversato la pelle,
le ossa e i muscoli
e corre dritto verso l'anima
ma io non riesco neanche più a percepirlo...
I miei sensi sono andati,
fottuti, perduti come il mio cervello,
la mia vita, i miei credi.
I minuti passano e si portano via
piccoli pezzi di vita ed io
continuo a rimanere immobile senza fare niente;
so che dovrei reagire ma non ci riesco
il mio corpo si rifiuta di obbedire
agli stimoli provenienti dal cervello...
Cosi anche quell'ultima piccola
fiamma di vigore viene spenta dal mio corpo
ed io rimango li. Ed è noia!

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anna Maria Russo il 05/07/2011 11:26
    é quello che sta succedendo a me, panico, indifferenza al mondo, noia.. me ne rendo conto ma non reagisco.. non riesco più nemmeno a scrivere...
  • Anonimo il 05/07/2011 10:17
    buio... momenti di panico... il corpo non risponde al richiamo della mente... belissima metafora... brava giada...
  • Anonimo il 01/04/2011 22:22
    Complimenti Giada, un bel componimento, attuale!
  • cristoforo de vivo il 31/03/2011 23:51
    meravigliosa poesia di un periodo della vita, tutto si supera prima o poi...
  • Aedo il 17/12/2010 19:58
    Un momento difficile, che ha bisogno di essere vissuto, per poi... superarlo. Bella e significativa poesia!
    Ignazio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0