PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Tra i sussurri del vento, un fremito d'ali

Libellula gentile,
sognava altipiani,
e nel silenzio
soleva nutrirsi
di spicchi di sole
e particelle
infinitesimali.
Ali fragili, ma
nel cuore la forza,
di un albatro.
Il cielo quaggiù
è malato, dovunque
s'ode lo strepitio
delle cornacchie,
e per le libellule
sempre meno spazio.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 19/12/2010 20:43
    Bellissima!!! Gli eucalipti alti, liberi ed imponenti, sugli altipiani stormivano quasi cantassero, quando il vento li accarezzava e nell'aria si sentiva il loro profumo fresco. Intorno si sentivano i mille piccoli suoni del silenzio e questo contatto con la natura ci rendeva appagati e felici. Ora ho capito perchè mi mancano i grandi spazi. Le tue poesie trasmettono una forte carica spirituale ed emotiva. caro Fabio. Ciao, denà derù atò Fabio, antè betam turù nehu. ciao good night

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0