accedi   |   crea nuovo account

Ricordi

Lei viveva per rubare gioielli all' amore,
e vanitosa li vendeva nelle ore
del suo più grande desiderio.
Seduto e smarrito
bussavo alla sua bottega,
per riuscire a strapparle un bacio,
che sarebbe stato uno stipendio eterno.
Avevo dalla mia parte,
le bianche e innocue innocenze,
le grandi e meravigliose mappe dei sentimenti,
avrei potuto bloccare
in un attimo le sue calde voglie,
per mischiarle alle mie,
e tirarne fuori fuochi
talmente lucenti
che il sole al confronto
sarebbe un piccolo fiammifero.

 

1
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0