PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Per un ideale

Navigando per un oceano,
nascono dubbi, paure e si rinsaldano
certezze. La vita stringe le sue maglie,
e gli uomini si disperdono,
lottano da soli, e muoiono nel tentativo.
Si cambia, si vive nella transizione,
scivolano via granelli di sabbia,
vorremmo un anelito d'infinito, ma ciò
che si respira è solo rabbia e merda.

Cosa siamo? L'uomo non so,
ma dicono sia un animale sociale,
ma se la sfera animale gli appartiene,
forse quella spirituale è scomparsa,
annacquata, sporcata.
Lavoro, delinquenza, vibrino gli ideali!
Uniti nella lotta, forti e compatti,
serrando le fila, sfidando la vita,
urlandole in faccia, faccia a faccia.

Con la gioia del successo, e
Il coraggio nella delusione,
tendendo anche due mani dove serva,
due pugili barcollanti, ma in piedi.
E in fondo, forse, comprendendo
questo mistero intricato, la risoluzione
nell'accettazione, un sorriso quasi ovunque
e un urlo dove necessario.

 

1
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0