accedi   |   crea nuovo account

Fresca carne

Svelami
illuminami,
rendimi impermeabile.
Desidero oblio,
richiedo oppressione
alla mia umanità.

Fenici insanguinate
aleggiano sopra i dannati.
Avvoltoi opachi
scrutano il gregge inerme.
Operai ansimanti
battono il ferro.

Mentre l'anziano guardiano
si crogiola
e pregusta il calore di quei corpi.
Lui che brama
col cuor glaciale
umani sentimenti.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • matteo papucci il 21/12/2010 21:00
    bravo ivan! XD
    prima opera mi piace

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0