accedi   |   crea nuovo account

Notte di Natale

C'è silenzio d'intorno
nella valle deserta.
Avvolta nei cenci
la sua bimba malata
incurante dei sassi
che le feriscono i piedi
la porta da Lui.
La salverà di sicuro
quel Dio
portato nel villaggio
da suor Hope.
Nasce stanotte si dice
in una gelida grotta
e come la sua piccolina
non ha vestitini
solo il latte materno
a nutrirla.

In cielo brilla una stella
mentre il pianto
inonda il suo viso.
Stringe sul cuore
il suo fagottino
poi s'inginocchia
accanto alla greppia
che a mezzanotte
accoglierà il Divino Bambino.
E aspetta serena
asciugandosi gli occhi.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • TIZIANA GAY il 23/12/2010 10:52
    sei molto brava, condivido è molto commovente e fa riflettere dolci auguri
  • carmela marrazzo il 23/12/2010 00:04
    grazie a tutti per i graditi commenti
  • Aedo il 22/12/2010 23:53
    Poesia molto commovente, che ci ricorda quanta gente continua a soffrire proprio quando corriamo a comprare i regali frutto del consumismo. Bravissima!
    Ignazio
  • Anonimo il 22/12/2010 15:09
    Davvero bella ed emozionante, brava
    invidio la bimba che almeno ha chiuso con la sofferenza.
  • antonio pascarella il 22/12/2010 14:45
    bellissima poesia
  • antonio pascarella il 22/12/2010 14:34
  • Giacomo Scimonelli il 22/12/2010 12:43
    :bravoiaciuta
  • Giusy Lupi il 22/12/2010 12:29
    E aspetta serena...
    asciugandosi gli occhi.
    Dona pace e serenità questa tua poesia.
    Molto bella,
    Un sereno Natale a te e famiglia.
    Giusy

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0