PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La signora

Amami bella signora,
tira via a calci
le tue preoccupazioni,
armerò il tuo corpo
di pugnali d' amore.
Noi due insieme,
in un'ora di eterna durata
sbarazzeremo via
la folte dicerie delle genti perbeniste.
Sbatteremo i nostri caldi desideri
come panni sporchi da stendere,
e ne raccoglieremo le polveri
intrise di noi.
I nostri corpi aggrovigliati
saranno passaporti
nelle dogane chiuse dei pettegolezzi,
nelle vite costruite a tavolino.
Baciando le tue gote,
giocherò a dare la caccia alle tue labbra,
per averti mia.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 04/01/2011 06:37
    Ottima... belle idee egualmente ben espresse
  • Ada FIRINO il 04/01/2011 01:52
    Forte, passionale dai versi focosi e ardenti. Amore e desiderio ben espressi e tangibili.
    Mi piace!
  • giuliano paolini il 24/12/2010 14:19
    buonissime feste auguri a te.
  • karen tognini il 23/12/2010 13:31
    Molto bella Antonio... dolcezza e passione... il massimo...
    ciao e Auguri di buone Feste...

    karen
  • anna rita pincopallo il 23/12/2010 10:59
    poesia piaciutissima ricca di sensualità e d'amore
  • Anonimo il 23/12/2010 10:50
    Complimenti per la tua poesia.
    Bella e da me... molto sentita.

  • carmela marrazzo il 23/12/2010 10:02
    "giocherò a dare la caccia alle tue labbra", gioiosa e sensuale, piaciuta.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0