username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La lunga notte di Babbo Enne

Fuori è freddo e tira vento
Babbo Enne ha il cuor contento
son suonate ormai le nove
e lui parte anche se piove.

Con le renne in fila indiana
manda un bacio alla Befana
mette in moto la sua slitta
parcheggiata su in soffitta.

Nella notte prende il volo
innalzandosi dal suolo
sale in cielo come un razzo
col suo atipico automezzo.

Gira il mondo in lungo e in largo
da Tahiti ad Edimburgo
lascia doni nei camini
delle case dei bambini.

Quando tutti son serviti
e i pacchetti già scartati
torna indietro in tutta fretta
alla calda sua casetta

Alle cinque del mattino
con i piedi sul camino
s'addormenta per sognare
d'esser già a un altro Natale!

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 26/12/2010 17:13
    Grandi e piccini saranno felici di leggere questa bellissima poesia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0