username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

In punta di piedi

Scrivo per inventare un varco
dove sembra tutto muro
fin troppo liscio e scuro
per poterci passare attraverso

Scrivo per regalare agli altri
la meraviglia che ha stupito
per primo me
e nei miei versi
mai mi nascondo
- c'è tutto il mio mondo
e poi ci sono io -

Scrivo più per capire
che per essere amato
non cerco trofei
mi bastano quelli inventati
negli anni che mi videro bambino
- quante medaglie
ho collezionato! -

Silenzio per favore
domani si replica
e mi raccomando
applausi da nessuno

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • laura marchetti il 30/12/2010 09:28
    IO RESTO IN UN ANGOLO, MI BASTA LEGGERTI E SEGUIRTI CON LA STIMA E LA PASSIONE DI SEMPRE...
  • tania rybak il 29/12/2010 18:23
    ci regali sempre tante emozioni, complimenti
  • Giacomo Scimonelli il 29/12/2010 16:28
    piaciuta... bravo
  • Fabio Mancini il 29/12/2010 14:11
    Sempre la solita gradevole auto-ironia che ti contraddistingue. Ciao, Fabio
  • Maurizio Cortese il 29/12/2010 00:38
    L'eterno anelito del poeta, di socratica ascendenza: scrivere per capire se stesso, senza cercare la comprensione degli altri. Da te ben espresso.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0