username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Stanze

Tante sono le stanze,
rimosse nella memoria,
come quelle camere da letto,
spalancate a giorno,
che odorano ancora di sesso,
e sui guanciali conservano
le lacrime dei passati amori.
Poche, invece, sono le stanze,
che abitano nella memoria,
hanno finestre aperte, e orizzonti
che si perdono, fin dove lo sguardo
fievole giunge.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Dolce Sorriso il 29/12/2010 21:20
    stanze... bellissima e sentita poesia... grazie
  • tania rybak il 29/12/2010 18:15
    stanze vuote di presenze e piene dei riccordi... spesso dolorosi...
  • Anonimo il 29/12/2010 15:05
    Le nostre stanze che parlano del vissuto, molto bella ciao buon anno
  • carmela marrazzo il 29/12/2010 14:57
    resto affascinata da quella stanze aperte, con vista a perdita d'occhi.
  • Salvatore Ferranti il 29/12/2010 14:41
    sempre molto bravo.
    bellissima poesia.
    tanti auguri di buone feste

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0