PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Di bruma e grazia

Alti nell'ombra gli azzurri fiordalisi
fanno da stelle ai camposanti
e i rossi papaveri
sanno di sangue raggrumato
anche con gli occhi bendati.

Sui pavimenti del cranio
pensieri fedeli appagano l'astrale sete
da un fresco torrente
fuori dall'ovvio circuito.

Non mi sorprende
se per un attimo sgomento
rivolgo loro la parola sussurrando
da questa mia stagione austera
di bruma e grazia.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 02/05/2011 14:39
    forse un viaggio introspettivo... una chiave di lettura ben nascosta... astrale sete al di fuori delle spazio addirittura riesci a raggiungere mete lontane ... con la mente e non solo con il corpo... una cosa è certa scrivi molto bene
    ps scusa per la mia interpretazione che sicuramente non è quella giusta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0