PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'ora tangibile di te

Avessi potuto
circoscrivere
l'ora tangibile di te,
forse non avrei
astrattezza
delle fatalità che
non seguono sogni.
Mattone su mattone
avrei costruito
pareti d'amore,
avrei addobbato
angoli della terra
di miei sospiri
dove tu saresti stato
sempre ad attendere
solamente ti guardassi..
Ma scivola su di me
l'acqua del tempo
sentore profumato di te,
e ristagna solo
nei pensieri
che non hanno pietà
della malinconia.
Sei stato vento,
pur in un mattino di sole
che scaldava l'attimo,
sei ora tra nuvole,
o tra onde,
o tra gabbiani uguali
lassù nel cielo
di un'estate lontana,
e non riesco a distinguere
l'alito dell'amore
che avevi ventilato quel dì,
con le tue ali, sul mio capo.

 

1
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 05/09/2012 08:05
    ... molto bella,
    specie la parte centrale,
    complimenti...

4 commenti:

  • Aedo il 06/01/2011 00:30
    L'amore è tracciato dai confini del sogno, che non sempre filtra nella realtà... Bella poesia!
    Ignazio
  • Ezio Grieco il 31/12/2010 00:38
    Bella, malinconica, sognante!
    abbraccio
    cl
  • Nicola Lo Conte il 30/12/2010 18:43
    L'Amore ti ha sfiorato...
    quanto basta per farti tremare..
    come una foglia scossa da un alito di vento!
  • Anonimo il 30/12/2010 17:51
    che bella poesia Marhiel, quando si dice tonificati nel leggerla, il tema si empie di malinconia, è sempre difficile dimenticare. . felicissimo anno entrante. Salva.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0